…della tecnica…

La lavorazione che applico su ogni oggetto è  molto semplice ma molto accurata. Prima di tutto disegno a mano libera direttamente sulla lastra di argilla cruda e ritaglio il disegno con un cutter. Compongo quindi il soggetto, lo lascio seccare e lo rifinisco in modo da rendere la superficie ruvida e piena di difetti che poi daranno alla superficie quel aspetto un po’ consumato e invecchiato che è poi una caratteristica peculiare della mia linea. Un passaggio ad alto rischio perché applico una forza misurata su di un oggetto di grande fragilità come lo è una lastra di argilla spessa pochi millimetri a secchezza osso, l’ultimo stadio di secchezza prima della messa al forno. Coloro i pezzetti ricavati ad engobbio, argilla pigmentata con ossidi ceramici, e inforno il tutto a 1000 gradi. Dopo la cottura ogni elemento viene passato con la cera e infine cucito con un filo di nylon o punti metallici al posto che ho avuto la cura di specificare con una sigla a tergo prima di mettere in forno… et voila!

Una Risposta to “…della tecnica…”

  1. serena Says:

    le cose semplici sono sempre le più belle, che belle idee che hai avuto anch’io sono appassionata di ceramica grezza e engobbi ma da tempo non realizzo più nulla in quanto mi dedico a far sperimentare agli altri la ceramica. Oggi mi hai insegnato che basta pensare a cose semplici e poetiche chissà magari mi rimetto a pastrugnare un po’ per trovare una mia linea da suguire, complimenti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: